alg

(placeholder)

Identità della Torino Metropolitana

As part of its mobilization campaign, Torino Internazionale is promoting the project Identità della Torino Metropolitana, a photographic survey of the Torino metropolitan area by five photographers from Torino, selected to explore and give their interpretation of the metropolitan area.

© all rights reserved | 2017 | Antonio La Grotta

Sospensioni. Prove di decodificazione dell'Alta Valle di Susa contemporanea

«Una valle eminentemente moderna e poco pittoresca», dove «la leggenda, il folclore, il color locale si sono dileguati», e dove colui che vi abita «è estremamente più progredito e civile che quello di altre grandi valli alpine: ha la radio in casa ed è abbonato a un quotidiano di Torino; è in contatto con gente di città in ogni stagione dell'anno; molto spesso scende egli stesso a lavorare in città col primo treno del mattino, e risale con l'ultimo della sera».

Così nel lontano 1953 il musicologo, alpinista e resistente Massimo Mila concludeva un suo lungo articolo sulla Valle di Susa, pubblicato sulla rivista del Touring Club Italiano «Le Vie d'Italia».


33 + 1 vedute di Via Gramsci

dal progetto Verso Gramsci

a cura di Patrizia Rossello e Alessandra Menesini

promosso dalla Fondazione Bartoli/Felter

CARTEC, Cagliari


La cartolina postale è costituita da un cartoncino rettangolare di circa 10x14 cm, emessa dai vari Stati per comunicazioni epistolari aperte, e il suo nome deriva da chartula (piccola carta), diminutivo della parola latina charta. Per il suo carattere di scrittura “scoperta” la cartolina contiene messaggi generici, di circostanza, che riflettono sentimenti condivisi. La cartolina illustrata in particolare racchiude il messaggio nell’immagine, che è riprodotta in tanti esemplari e quindi espressione di costume.